Verso il Martesana Food Council

Contesto progettuale
Il progetto Hungry for Rights vuole contribuire a rafforzare una diffusa consapevolezza su alcune tematiche chiave dello sviluppo, a partire da una riflessione sui sistemi agro-alimentari alternativi (Alternative Food Systems – AFS) intesi come soluzioni locali dal basso per contrastare la fame e allo stesso tempo promuovere la coesione sociale. Gli AFS, reti a base comunitaria caratterizzate da prossimità territoriale e da un’organizzazione sociale orientata alla condivisione, rappresentano un’importante testimonianza di nuove dinamiche di sviluppo socioeconomico. All’interno dell’agenda mondiale per la sicurezza alimentare, questi modelli costituiscono un’alternativa credibile di fronte alle difficoltà nate dalla globalizzazione del commercio. Partendo da queste questioni di fondamentale importanza sia per i paesi in via di sviluppo che per i paesi del nord del mondo, il progetto persegue un processo educativo e di apprendimento reciproco che mantiene costante una prospettiva Nord-Sud.
Il progetto
Verso il Martesana Food Council – generazione di nuove politiche del cibo integrate e partecipative è un percorso intrapreso con il Comune di Cernusco Sul Naviglio composto da una serie di eventi rivolti a tutti gli attori delle politiche del cibo.
Pensiamo che, oggi più che mai, la riflessione su una corretta alimentazione ed un corretto stile di vita, debbano avere una centralità nel dibattito culturale e politico, in virtù delle molteplici ricadute etiche, economiche, sociali ed ambientali che le scelte riguardanti la produzione ed il consumo di cibo hanno all’interno di una comunita’. Di fatto, pero’, constatiamo che non esistono molte sedi dove sviluppare una riflessione attiva e partecipata da tutti gli interessati (consumatori, produttori, decisori pubblici) sulle modalità e sui luoghi di produzione, trasformazione e consumo del cibo, riflessione necessaria per ripensare il nostro modello alimentare secondo i principi di sostenibiità. Nei Paesi anglofoni e non solo, stanno prendendo avvio azioni di ripensamento e organizzazione di politiche del cibo nei multiformi aspetti. In questa prospettiva, le amministrazioni locali, in concerto con gli altri attori del sistema agroalimentare (produttori, consumatori, tecnici, societa’ civile) individuano strategie urbane per il cibo cercando di ridefinire la conoscenza rispetto a problematiche riguardanti il cibo (es. creazione di occasioni pubbliche di riflessione, anche pratica sui temi del cibo), precisano assetti normativi e regolamentari (es. ridefinizione dei menu scolastici e della ristorazione collettiva in genere), predispongono infrastrutture per facilitare nuovi approcci nella gestione del cibo (es.facilitazione dl mercato locale del cibo, mercatini produttori locali etc). I luoghi in cui si pratica questa integrazione e partecipazione delle politiche del cibo sono definiti Food Council.

menu

Evento #1 APERIFOOD – Come nutrire il territorio e decidere del nostro cibo
Il primo evento di cinque è nato per rafforzare una diffusa consapevolezza su tematiche chiave dello sviluppo, a partire da una riflessione sui sistemi agro-alimentari alternativi intesi come soluzioni locali dal basso per sensibilizzare i cittadini sulla corretta alimentazione e al tempo stesso promuovere la coesione sociale. L’incontro è avvenuto in Cascina Nibai ed era rivolto ai principali portatori di interessi: agricoltori, amministratori, consumatori e associazioni; invitati a discutere sulle politiche del cibo oggi in Martesana per immaginare un futuro più sostenibile e solidale. Il dibattito informale si è svolto tra una portata e l’altra, un’aperitivo creativo e costruttivo dove discutere di tematiche importanti, ma seguendo le regole della gamification.

STORYBOARD1 STORYBOARD2

Photogallery

Annunci